Grazie a tutti!

GRUPPO STORICO, foto di Massimo Sardo

Grazie a tutti!

23 febbraio 2018

Come noto, l’edizione appena conclusa dello Storico Carnevale di Ivrea è stata un’edizione particolarmente complessa da organizzare e gestire. Il Carnevale è una macchina molto articolata che già in annate ‘normali’ muove migliaia di persone e richiede tempo e dedizione. Questa edizione ha richiesto a tutti ancora molto più impegno.

Per questo motivo la Fondazione dello Storico Carnevale di Ivrea desidera rivolgere un ringraziamento ancor più sentito a tutte le persone che a diverso titolo hanno partecipato alla realizzazione e allo svolgimento della manifestazione: personaggi, volontari, operatori, collaboratori, componenti, aranceri, eporediesi e non, forze dell’ordine e Croce Rossa, pronto soccorso, istituzioni e amministrazione comunale.

La settimana clou del Carnevale è solo la punta dell’iceberg in cui tutto si manifesta, ma per far sì che possa svolgersi come sempre avviene ci sono moltissime persone che lavorano con passione, silenziosamente e per mesi. La forza e la bellezza di questa manifestazione è data proprio dalla comune voglia di sentire, vivere, condividere e partecipare di tutta la popolazione a questa grande festa civica popolare.

I cittadini come ogni anno sono stati estremamente generosi nel mettere a disposizione attività commerciali, case e balconi per gli imbandieramenti, le protezioni, le Alzate degli Abbà, le postazioni per assistere alla Battaglia.

L’appoggio e il supporto dell’Amministrazione della città di Ivrea sono fondamentali per lo svolgersi della manifestazione dunque un ringraziamento al primo cittadino Dott. Carlo Della Pepa, al suo ultimo Carnevale in questa veste, in rappresentanza di tutti. Certamente un grazie va alle forze dell’ordine, quest’anno più che mai operative e agli operatori di Croce Rossa e pronto soccorso dislocati in vari punti della città, pronti a intervenire all’istante.

Ci sono poi i volontari, sempre sorridenti, che hanno offerto impegno e passione sottraendo spesso tempo alla famiglia, al lavoro e al sonno, non solo nelle effettive giornate di Carnevale, ma anche e soprattutto prima della manifestazione per tutte le questioni organizzative e logistiche.

Naturalmente il Carnevale non esisterebbe senza le Componenti che ne sono l’anima. Ciascuna a suo modo e con le proprie peculiarità lavora da sempre affinché la festa si possa ripetere ogni anno: l’albo dei Carri da Getto e l’albo delle Fagiolate, gli Amis ad Piassa d’la Granaja, gli Alfieri e il gruppo Pifferi e Tamburi, l’Associazione Aranceri a piedi e l’Associazione Aranceri Carri da Getto, l’Associazione Museo dello Storico Carnevale di Ivrea, lo Stato Maggiore, l’Ordine della Mugnaia e la Scorta d’Onore della Mugnaia, le Vivandiere, i Citoyens, il Comitato della Croazia, i Credendari,  l’Auc e il Soas.

Sono da ricordare inoltre tutti i Personaggi e i figuranti del Corteo Storico che con la loro passione hanno contribuito al rispetto dei valori di identità e storicità della manifestazione stessa e l’Osservatorio Creativo il cui lavoro super partes permette, anno dopo anno, di elevare il livello qualitativo e di immagine della manifestazione.

Un ringraziamento ai commercianti che hanno appoggiato la Fondazione – prediligendo la vendita dei berretti frigi o scegliendo di partecipare al Villaggio Arancio – così come riconoscenza va a sponsor e partner che a vario titolo hanno creduto e sostenuto il Carnevale: il loro è certamente un apporto fondamentale e vitale per la manifestazione.

Un ringraziamento al team di GAE engineering e a tutte le forze messe in campo da loro prima e durante la manifestazione.

Più che un ringraziamento va infine a Clara Pellanda, precisa e puntuale segretaria della Fondazione, Maurizio Leggero, responsabile storico-artistico, uomo di poche parole ma estremamente concreto e profondo conoscitore della manifestazione e a Davide Marchegiano, il responsabile di tutta la parte organizzativa: disponibilità, lucidità e calma lo definiscono. Tre figure chiave di grande esperienza, impossibile fare a meno delle loro capacità umane e professionali.

«Grazie a tutti, ma grazie soprattutto ai soliti, che hanno saputo gestire senza perdere tempo un’emergenza organizzativa di enormi proporzioni, che hanno messo in atto forze di ogni genere, senza temere davvero nulla, ma solo pensando a salvare il Carnevale. Grazie quindi ai componenti del CDA Alberto Alma, Emilia Sabolo, Piero Gillardi e Roberto Panetti, che con grande intuito, hanno saputo assegnare il progetto, portarlo avanti e metterlo in pratica, senza badare a tempo, ore e sacrifici; grazie a Davide Marchigiano, responsabile Organizzativo, e a Maurizio Leggero, responsabile Storico Artistico. Un sentito ringraziamento va anche alle nostre famiglie per il sostegno e la pazienza: gli unici probabilmente a capire davvero il grande impegno e l’enorme responsabilità che abbiamo avuto». Queste le parole di Elisa Gusta, delegata di Fondazione alla Comunicazione.

Evviva il Carnevale!

 

 

Condividi questo post