Le classifiche complete dell’edizione 2017
giovedì, marzo 16th, 2017
Gli scorpioni del tiranno, ph. Virgilio Ardy

ph. Virgilio Ardy

I conti casana, ph. Virgilio Ardy

ph. Virgilio Ardy

 

 

 

 

 

 

 

L’edizione 2017 dello Storico Carnevale di Ivrea ha visto i Diavoli aggiudicarsi il primo premio tra gli aranceri a piedi, mentre per i Carri da getto hanno trionfato i Conti Casana per i tiri a quattro e gli Scorpioni del Tiranno per le pariglie.

A seguire invece le classifiche complete relative a tutti i premi assegnati. 

Classifica generale Squadre a piedi:

View Fullscreen

Classifica generale Pariglie e Tiro a Quattro:

NB: Il punteggio legato agli Allestimenti è riportato solo per i primi dieci classificati, per vedere i risultati degli altri carri consultare il documento dedicato al Design dei Carri da Getto.

View Fullscreen

Classifica Combattività Carri da Getto: 

View Fullscreen

Classifica Design Carri da Getto: 

View Fullscreen
View Fullscreen

Punteggi giudici Cavalli, Finimenti e Guida per Pariglie e Tiro a Quattro

View Fullscreen

 

 

I veterinari di domani per i cavalli di Ivrea
mercoledì, marzo 15th, 2017

Veterinari_Università di Torino_Carnevale_Ivrea

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da ormai 4 anni l’organizzazione del Carnevale di Ivrea offre agli studenti in Veterinaria e in Produzioni e Gestione degli Animali in allevamento e selvatici dell’Università di Torino la possibilità di integrarsi nello staff, svolgendo attività di supporto ai medici veterinari responsabili della tutela del benessere animale nel corso delle sfilate e delle battaglie. Ai 25 studenti che hanno collaborato all’edizione appena conclusa è stata data la responsabilità di accertare l’identità di tutti i cavalli che hanno partecipato all’evento, procedendo alla lettura dei microchip e al controllo dei “passaporti” forniti dai conduttori dei carri.

“L’iniziativa continua ad essere accolta con entusiasmo dagli studenti, che ne ricavano un’occasione di crescita, di lavoro di gruppo e di rinforzo delle motivazioni personali, in una contagiosa atmosfera di festa” commenta il Professor Luca Rossi responsabile del progetto.“È un’iniziativa molto interessante: i ragazzi portano freschezza, impegno e curiosità. Si trovano a lavorare in un contesto di festa e allegria senza dimenticare la professionalità” ha aggiunto Marco Grosso, il medico veterinario della Fondazione responsabile di piazza durante il Carnevale. “Il benessere degli animali viene prima di ogni cosa – prosegue il veterinario – i controlli e le verifiche che effettuiamo ogni giorno sono rigorosi e questo fa sì che la manifestazione possa svolgersi in serenità per tutti”. 

 

Grazie a tutti!
lunedì, marzo 6th, 2017

Alessio Avetta_2017La Fondazione dello Storico Carnevale di Ivrea desidera ringraziare tutte le persone che a diverso titolo sono state coinvolte nella realizzazione di questa edizione: personaggi, volontari, operatori, collaboratori, componenti, aranceri, eporediesi e non, forze dell’ordine e Croce Rossa, pronto soccorso, istituzioni e amministrazione comunale. Il Carnevale è una macchina complessa che muove migliaia di persone che oltre a garantire la propria professionalità offrono tempo e dedizione, spesso anche i propri spazi.

Iniziamo dagli eporediesi che come ogni anno si sono dimostrati estremamente generosi nel mettere a disposizione attività commerciali, case e balconi per gli imbandieramenti, le protezioni, le Alzate degli Abbà, le postazioni per assistere alla battaglia. Spazi che naturalmente vengono stravolti durante le giornate del Carnevale ma che già da ieri, grazie agli operatori alacremente all’opera, stanno riprendendo l’aspetto originario. L’appoggio e il supporto dell’Amministrazione della città di Ivrea sono fondamentali per lo svolgersi della manifestazione dunque un ringraziamento al primo cittadino Carlo Della Pepa in rappresentanza di tutti.

Certamente un grazie va alle forze dell’ordine, quest’anno più che mai operative per evitare attacchi terroristici, e agli operatori di Croce Rossa e pronto soccorso dislocati in vari punti della città pronti ad intervenire all’istante.
Ci sono poi i volontari, che hanno offerto impegno e passione sottraendo spesso tempo alla famiglia, al lavoro e al sonno non solo nelle effettive giornate di Carnevale ma anche e soprattutto prima della manifestazione per tutte le questioni organizzative e logistiche.

Naturalmente il Carnevale non esisterebbe senza le componenti che ne sono l’anima. Ciascuna a suo modo e con le proprie peculiarità lavora da sempre affinché la manifestazione si possa ripetere ogni anno: l’albo dei Carri da Getto e l’albo delle Fagiolate, gli Amis ad Piassa d’la Granaja, gli Alfieri e il gruppo Pifferi e Tamburi, l’Associazione Aranceri a piedi e l’Associazione Aranceri Carri da Getto, l’Associazione Museo dello Storico Carnevale di Ivrea, lo Stato Maggiore, l’Ordine della Mugnaia e la Scorta d’Onore della Mugnaia, le Vivandiere, i Citoyens, il Comitato della Croazia, i Credendari, l’Auc e il Soas.

Sono da ricordare inoltre tutti i Personaggi e i figuranti del Corteo Storico che con la loro passione hanno contribuito al rispetto dei valori di identità e storicità della manifestazione stessa e l’Osservatorio Creativo il cui lavoro super partes permette, anno dopo anno, di elevare il livello qualitativo e di immagine della manifestazione.

Un ringraziamento ai commercianti che hanno appoggiato la Fondazione – prediligendo la vendita dei berretti frigi o scegliendo di partecipare al Villaggio Arancio – così come riconoscenza va a sponsor e partner che a vario titolo hanno creduto e sostenuto il Carnevale: il loro è certamente un apporto fondamentale e vitale per la manifestazione.

Più che un ringraziamento va a Clara Pellanda, segretaria della Fondazione nonché Oditore, Maurizio Leggero, responsabile storico-artistico della manifestazione, e a Davide Marchegiano, il responsabile di tutta la parte organizzativa: tre figure chiave di grande esperienza per tutta la manifestazione. Impossibile fare a meno delle loro capacità umane e professionali.

Lo Storico Carnevale di Ivrea è un evento di partecipazione pubblica che grazie alla passione, alla dedizione e al forte legame con le tradizioni di chi vi partecipa riesce da decenni a ripetersi immutato. Un pensiero di gratitudine per tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita di questa edizione chi lavorando in prima linea, chi da dietro le quinte: professionisti e volontari, cittadini e turisti, componenti, personaggi e Istituzioni – commenta il Presidente della Fondazione Alberto Alma.

In maniera autoreferenziale ringraziamo anche la Fondazione – citando Emilia Sabolo, Vice Presidente, Piero Gillardi e Andrea Barrel – che con grande impegno è riuscita in pochi mesi non solo a riproporre l’ordinario, ma anche a seminare accordi di livello che saranno di indotto per molte nuove attività che vorremo portare avanti per il prossimo anno – continua Elisa Gusta Consigliera Delegata Comunicazione e Immagine. La passione che ci accomuna e che ci rende uniti e forti, ha fatto si che sia stata un’edizione straordinaria, siamo convinti che la via giusta sia fatta di collaborazione e condivisione, fin da subito ci rimetteremo al lavoro anche coinvolgendo tutti per ridiscutere insieme il vicino anno futuro.

Evviva il Carnevale!

Sono i Diavoli i vincitori dello Storico Carnevale di Ivrea
martedì, febbraio 28th, 2017

 

I Diavoli

Si è chiusa oggi, 28 febbraio, l’edizione 2017 dello Storico Carnevale di Ivrea e in piazza di Città si sono riunite tutte le squadre di aranceri e i Carri da getto. Sono stati tre giorni entusiasmanti, partecipati da tante persone in festa. Il sole ha accompagnato i primi due giorni di Battaglia e lunghe ore di luce hanno reso il Carnevale ancora più festoso. Tutto si è svolto regolarmente in uno spirito di combattività leale. 

Ad aggiudicarsi il primo premio tra gli aranceri a piedi i Diavoli, mentre per i Carri da getto hanno trionfato i Conti Casana per i tiri a quattro e gli Scorpioni del Tiranno per le pariglie. 

Qui la classifica completa con i vincitori di tutti i premi.

View Fullscreen

 

 

 

 

 

Domenica Venditti in Della Bonzana è Violetta 2017
sabato, febbraio 25th, 2017
Mugnaia 2017, Domenica Venditti, ph. Alessio Avetta

Mugnaia 2017, Domenica Venditti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ecco finalmente svelato il nome della Vezzosa Mugnaia per l’anno 2017

38 anni, prima di quattro fratelli, ama correre, ha avuto un breve trascorso come arancere negli Scacchi ed è direttrice di filiale della Banca Sella a Ivrea. Domenica Venditti è eporediese doc e segue il Carnevale fin da quando, ancora bambina, accompagnava il nonno Andrea in ogni momento della festa. Il sogno lungamente accarezzato e coltivato per tutti questi anni di indossare un giorno i panni di Violetta si è finalmente realizzato quest’anno quando Maurizio Leggero, Responsabile Storico Artistico dello Storico Carnevale di Ivrea, l’ha chiamata per chiederle se fosse pronta. Stupore, entusiasmo, adrenalina, forse anche un po’ di paura. Questi i sentimenti che hanno attraversato Domenica in quelle poche ore che sono bastate per dire sì. Accanto a lei in quei momenti, come sempre, il marito Marco, che non ha esitato un solo istante e l’ha spinta ad accettare. Marco, orafo di Valenza, non è di Ivrea, ma qui vive dal 2004, da quando portò all’altare quella bellissima ragazza dagli occhi azzurri e profondi e le mani di fata che aveva conosciuto in una sera d’estate.

Domenica e Marco non hanno figli, sono una coppia affiatata e il loro rapporto è particolarmente forte e intimo. Il nuovo Toniotto sarà una spalla indispensabile nei giorni di Carnevale.

Nelle settimane trascorse prima della proclamazione, due Mugnaie di grande esperienza, Francesca Vanoni ed Elisa Gusta, l’hanno protetta e aiutata nella preparazione di tutti quei particolari che renderanno indimenticabili i prossimi giorni. La frenetica attesa e la paura di tradirsi hanno lasciato il posto alla meticolosità e all’attenzione per i dettagli. D’altra parte Domenica è così: forte e determinata, ma anche riservata. “Sono del segno del Leone, una ribelle, ma non dimentico mai i miei doveri e mi reputo una persona affidabile. Interpretare Violetta è un onore e una grossa responsabilità, oltre che un sogno che si realizza”.

Ad accompagnare Violetta ci saranno due damigelle d’eccezione, figlie di altrettante Mugnaie recenti: Ludovica Bossino, figlia di Laura Ghiringhelli (Mugnaia 2009), e Clotilde Barcaro, figlia di Laura Burzio (Mugnaia 2002).

Credits Sito realizzato con il supporto di  ICAS spa