Gruppi Ospiti

Storico Carnevale d'Ivrea 2018
Gruppi Ospiti

Come da tradizione, lo Storico Carnevale di Ivrea, durante la domenica grassa e il martedì grasso, ospita Gruppi Storici provenienti da diverse località italiane e straniere. Ecco i nomi dei gruppi che prenderanno parte all’edizione 2018 e che si potranno ammirare al seguito del Corteo Storico eporediese.

Fanfara Garibaldina di Treviolo
Data di formazione:
2011
Provenienza: Treviolo (BG)

La Fanfara Garibaldina di Treviolo nasce dalla storia del volontarismo bersaglieresco bergamasco, al seguito del generale Giuseppe Garibaldi, per ricordare l’eccellenza dei soldati che unificarono l’Italia. Nella sua caratteristica divisa storica nei colori rosso e blu, il Complesso Strumentale, intona suonate della produzione tradizionale bersaglieresca, ma anche composizioni classico-strumentali sinfoniche, barocche, liriche, moderne, leggere, folkloristiche.

FANFARA-GARIBALDINA

Fanfara Storica Alpina di Vicenza
Data di formazione: 2007
Provenienza: Vicenza

La Fanfara Storica Alpina di Vicenza nasce come progetto nell’anno 2006 e debutta nel 2007 a Arzignano. La chiamano “Fanfara Storica” in quanto le divise sono la copia delle uniformi adottate dalle truppe alpine nel 1873, uguali al resto del Regio Esercito, ma con una caratteristica distintiva: copricapo nero a bombetta. Nel 2013 la Fanfara Storica Alpina si è specializzata nella interpretazione di un carosello di movimento, particolarità proposta da poche fanfare in Italia.

Fanfara-storica-Vicenza

Battaglione Estense
Data di formazione: 2005
Provenienza: San Possidonio (MO)

Il Battaglione Estense di San Possidonio riprende le sembianze del 1° battaglione di Fanteria di Linea del 1814-1863 del Ducato di Modena. Mantiene le due divise ufficiali indossate dai soldati modenesi durante la Restaurazione nel periodo Napoleonico e nel periodo Risorgimentale ed è dotato anche di tamburo e bandiera. Debutta nel 2005 a Tolentino durante il 190° anniversario della battaglia del 1815 combattuta tra l’esercito napoleonico Gioacchino Murat e le forze Austriache del generale barone Bianchi. A partire da tale data la loro presenza sui campi di battaglia durante le rievocazioni storiche è inevitabile.

BATTAGLIONE-ESTENSE

Tête de Colonne du 1er Regiments de Grenadiers à Pieds de la Garde Impériale de Dijon
Data di formazione: 1986
Provenienza: Dijon

Paul Florentin, con gli amici della Music de la Garde Impériale, ricostruisce la Tête de Colonne du 1er Regiments de Grenadiers à Pieds de la Garde Impériale de Dijon (Capo della colonna del 1° reggimento di granatieri ai piedi della Guardia Imperiale di Dijon). Il gruppo riprende fedelmente le uniformi e le partiture musicali usate nell’era napoleonica. I musicisti, sotto la direzione di un direttore d’orchestra, rintoccano a suon di tamburi e trombe, le grandi marce consolari e imperiali, la Marcia Consolare a Marengo e la Marcia dei Granatieri della Vecchia Guardia. Imponente e prestigioso, il gruppo può essere ammirato in grandi eventi pubblici.

Tête-de-Colonne-su-1er-Regiments-de-Granadiwrs-à-PiedS-de-la-Garde-Impériale-de-Dijon

Reggimento Provinciale Ivrea anno 1796 “Primo Battaglione”
Data di formazione: 2013
Provenienza: Ivrea (TO)

Il Reggimento Provinciale di Ivrea nasce con l’obiettivo di rivestire i panni del Reggimento che fu di stanza a Ivrea tra il 1714 e il 1815. Nacque come Fanteria con al suo interno Cacciatori, Fucilieri e Granatieri. L’anno rappresentato, il 1796, riprende la data in cui il Reggimento Ivrea fu ordinato in un battaglione con un Ufficiale Comandante, uno Stato Maggiore, sei Compagnie di Fucilieri e una di Granatieri. Il fondatore rimarca il fatto che tale data si avvicina maggiormente alla nascita del libro dei Verbali dello Storico Carnevale d’Ivrea (1808). Debutta durante la domenica di Carnevale e il martedì Grasso del 2014 a Ivrea.

Reggimento-provinciale-Ivre

Tamburi Ducali di Urbino
Data di formazione: anni Novanta
Provenienza: Urbino

Storicamente i Tamburi Ducali rappresentavano la gloriosa Compagnia di ventura del Duca Federico da Montefeltro, nobile mercenario dell’epoca e grande uomo di cultura. In tempi di guerra, il suono dei tamburi incitava gli armati e segnalava gli ordini di movimento dei cavalieri e delle truppe, impartiti dai capitani. Oggi il gruppo accompagna le sfilate della corte del Duca di Urbino e partecipa a rievocazioni storiche nelle quali porta i suoi schemi che ricordano le fasi tipiche delle battaglie con figure simmetriche e incalzanti.

Tamburi Ducali di Urbino

Triuggio Marchin Band
Data di formazione: 2004
Provenienza: Triuggio (MB)

La Triuggio Marching Band è un’attività no-profit che diffonde l’educazione musicale, l’educazione alla socializzazione e valori come la responsabilità personale, il rispetto e la capacità di lavorare insieme condividendo obiettivi musicali. Oggi vi fanno parte 65 componenti tra marching players e colour guards e più di 50 supporter e collaboratori. Il suo obiettivo è offrire la possibilità di mettersi in gioco estendendo le proprie attitudini artistiche e musicali, seguendo programmi educativo-musicali con la partecipazione di insegnati di grande esperienza nel campo delle performing art.

TRIUGGIO-MARCHING-BAND

Corpo Volontari Luganesi
Data di formazione: 1928
Provenienza: Lugano

Il Corpo Volontari Luganesi nasce nel 1797 come apparato di difesa e nel 1978 riesce a piegare l’attacco Cisalpino e conquista la libertà di Lugano e del Canton Ticino. Viene poi integrato nella Guardia Svizzera, perdendo la sua riconoscibilità. Nel 1928 però il Municipio di Lugano lo ricostruisce, conferendogli uno Statuto e promuovendolo a Guardia d’Onore della Città di Lugano. Oggi prende parte a numerose manifestazioni storiche, patriottiche e culturali. Vanta un gruppo di specialisti istruiti per l’attività di sparo a salve con fucili a pietra focaia.

Compagnia delle Corazze del Duca di Savoja
Data di formazione: 2017
Provenienza: Agliè (TO)

La Compagnia delle Carrozze viene fondata per proteggere la residenza di Casa Savoia nel 1630, periodo in cui il Duca di Savoia Vittorio Emanuele Amedeo I potenzia l’esercito che ha ereditato dal padre Carlo Emanuele I. Il gruppo storico militare odierno esordisce nel 2017 in ricordo dei 350 anni dalla morte di Filippo di San Martino, luogotenente nel 1631 e personaggio fondamentale per la compagnia.

COMPAGNIA-DELLE-CORAZZE

Gruppo Storico Piemonte 1798
Data di formazione: 2010
Provenienza: Torino Borgo Po

Nel dicembre del 2010 nasce il Gruppo Storico Piemonte 1798 per tramandare nella società odierna gli ideali di Libertà, Eguaglianza e Fraternità portati dalla Rivoluzione Francese durante gli anni Novanta del Settecento sul suolo piemontese. Il Gruppo Storico vuole rievocare gli ideali e i personaggi della città di Torino in bilico tra Ancien Régime (Antico Regime) ed Età Napoleonica.

GRUPPO-STORICO-PIEMONTE-1798

Porta Leonis Hyporegia
Data di formazione: 2007
Provenienza: Ivrea (TO)

Il Gruppo Storico Porta Leonis e un’Associazione Culturale nata nel novembre del 2007 a Ivrea. La sua sede si trova a Ivrea presso la “Porta Leonis”, un’antica porta della città che ritrae un leone. Il gruppo formato da 15 persone vuole rappresentare la vita dei cittadini, che vivevano nei pressi della Porta nell’anno 1350 sotto la guida del Podestà, a capo del libero comune. Ricchi mercanti, artigiani, borghesi, commercianti, guardie… prendono vita in questo gruppo.

PORTA-LEONIS-HIPOREGIA

Gianduia e Giacometta di Torino
Data di formazione: 1925
Provenienza: Torino

Gianduia è una maschera popolare torinese di origini astigiane. Il suo nome deriva da Giôvan d’la dôja (Giovanni dal boccale), in riferimento al suo debole per il vino. Uomo furbo, coraggioso e finto tonto: sa cosa vuole. È una maschera libera e democratica, per questo rappresenta il Piemonte per gli italiani. Nel 1925 nasce la Famija Turinèisa (famiglia torinese) e con essa la maschera di Gianduja inizia a sfilare per le vie del centro durante il carnevale torinese. Ogni anno Gianduja viene eletto nel corso di una cerimonia solenne; Giacometta, sua moglie, condivide con lui gioie e fatiche.

gianduja-investitura-giacometta

Gruppo Sbandieratori e Musici di Borgo Viatosto
Data di formazione: 1981
Provenienza: Asti

Questo antico gruppo è intrinsecamente legato al Palio di Asti, la cui prima notizia certa risale al 1275. I colori che distinguono gli Sbandieratori e Musici di Viatosto sono l’azzurro e il bianco. Grazie ad acrobatiche coreografie eseguite da uno a otto persone insieme, gli sbandieratori narrano la grande tradizione dell’Arte della Bandiera, accompagnati dalle note dei musici che scandiscono ogni esibizione al ritmo di trombe e tamburi. Ad oggi, oltre che in Italia, è riuscito a portare i colori Bianco Azzurri in Francia, Germania, Spagna e Cina.

Gruppo Sbandieratori e Musici di Borgo Viatosto