Preda in Dora

Storico Carnevale di Ivrea
Carnevale dalla A alla Z
Preda in Dora

La Cerimonia della Preda in Dora è sicuramente uno dei momenti di maggiore valenza simbolica all’interno del Cerimoniale dello Storico Carnevale di Ivrea.

Le sue radici si possono  ritrovare nel lontano passato, addirittura a partire dal 1608, data della prima apparizione negli annali della città di Ivrea. E’ datata 1683 la frase “hoc in spretum olim Marchionis Montisferratii”.

I gesti codificati di questa cerimonia erano e sono tuttora semplici ma austeri. Il Podestà con il suo seguito si recano sul luogo dove un tempo esisteva il Castellazzo (luogo di dimora del Marchese) e qui con la Mazza viene staccata una pietra dai ruderi, il tutto accompagnato dalla frase “non permittam meo posse edifficium aliquod construi in loco et terreno in quo erat castrum sancti Mauricii et turres quondam Marchionis”, la promessa che mai più sorgerà in quel luogo un nuovo castello. Fatto questo la pietra viene quindi gettata in Dora. Per molto tempo questa cerimonia venne dimenticata. Ricomparve, per restare stabilmente nel Cerimoniale, nel 1969.

Attualmente è uno dei momenti più seguiti della manifestazione e si svolge con fasto durante la mattinata della domenica di Carnevale, sul Ponte Vecchio.