Tradizioni gastronomiche

Storico Carnevale di Ivrea
Tradizioni gastronomiche

Le domeniche precedenti al Carnevale e durante i giorni clou di festa si svolgono le tradizionali “Fagiolate” nei rioni della città. Le Fagiolate risalgono al Medioevo, quando i fagioli erano distribuiti ai poveri dalle Confraternite eporediesi. Ancora oggi le Fagiolate servono i cosiddetti faseuj grass: circa 7.100 kg di fagioli cotti per 6 ore all’interno di pentoloni di rame con 2.300 kg di cotenne (il famoso preive), cotechini, zamponi, ossa di maiale, lardo e cipolle. La Fagiolata benefica del Castellazzo è la più antica.

A chiudere il Carnevale è invece Polenta e Merluzzo: il mercoledì delle Ceneri gli eporediesi si radunano in piazza Lamarmora per gustare questo piatto della tradizione preparato dal Comitato della Croazia da oltre 70 anni. Oggi vengono cucinati 1.200 kg di polenta, 900 kg di merluzzo e 1.100 kg di cipolle. Il primo assaggio è possibile già nella notte di lunedì all’interno della sede del Comitato, in Borghetto.