Tradizioni gastronomiche

Storico Carnevale di Ivrea
Tradizioni gastronomiche

Le domeniche precedenti al Carnevale e durante i giorni clou di festa si svolgono le tradizionali “Fagiolate” nei rioni della città. Le Fagiolate risalgono al Medioevo, quando i fagioli erano distribuiti ai poveri dalle Confraternite eporediesi. Ancora oggi le Fagiolate servono i cosiddetti faseuj grass: circa 7.100 kg di fagioli cotti per 6 ore all’interno di pentoloni di rame con 2.300 kg di cotenne (il famoso preive), cotechini, zamponi, ossa di maiale, lardo e cipolle. La Fagiolata bene ca del Castellazzo (domenica 26 febbraio in Piazza Maretta) è la più antica.

A chiudere il Carnevale è invece Polenta e Merluzzo: il mercoledì delle Ceneri gli eporediesi si radunano in piazza Lamarmora per gustare questo piatto della tradizione preparato dal Comitato della Croazia da 70 anni (quest’anno è l’anniversario). Oggi vengono cucinati 1.200 kg di polenta, 900 kg di merluzzo e 1.100 kg di cipolle. Il primo assaggio è possibile già nella notte di lunedì 27 all’interno della sede del Comitato, in Borghetto.