Bambini al Centro 2010

La Fondazione
Progetti

Bambini al Centro 2010

Uno degli obiettivi prioritari della Fondazione dello Storico Carnevale di Ivrea è la riscoperta dell’identità collettiva rappresentata dal Carnevale ed il suo valore in termini di educazione civica. In questa direzione una delle azioni prioritarie è rivolta ai bambini e ai ragazzi con il Progetto Bambini al Centro, un’iniziativa avviata nel 2009 che prosegue negli anni con l’organizzazione o il patrocinio di varie iniziative. Il progetto ha il patrocinio della Città di Ivrea ed è organizzato in collaborazione con l’Assessorato ai Sistemi Educativi.

Album didattico “Una volta anticamente”
copertinaL’album, consegnato a tutti gli allievi delle Scuole Materne ed Elementari di Ivrea, vuole essere uno strumento didattico finalizzato all’apprendimento della Canzone del Carnevale.
L’Album oltre a riportare il testo della Canzone, si compone di 8 tavole in bianco e nero, che costituiscono una sorta di sceneggiatura della Canzone del Carnevale, che sottolineano in un linguaggio espressivo volutamente sospeso tra la storia a fumetti e la fiaba, i passaggi salienti della vicenda alla quale si fa risalire uno degli elementi centrali del Carnevale: la cacciata dalla Città dal Tiranno e la conseguente festa per la libertà ritrovata.
Il volume si presta a diversi utilizzi pensati per vari livelli didattici/di apprendimento:

  • livello 1: colorare le tavole in bianco e nero (prendendo spunto, se necessario, dalla tavola “sinottica” a colori posizionata nelle prime pagine)
  • livello 2: completare il testo della canzone inserendo le frasi che mancano nelle pagine del “testo a fronte” che accompagnano le tavole disegnate da colorare
  • livello 3: dettato. Il testo della canzone può essere utilizzato come testo di un dettato
  • livello 4: traduzione delle parole chiave. Possono essere scelte alcune parole chiave della storia – che individuino oggetti o situazioni chiaramente rappresentati nelle tavole grafiche – ed essere tradotte nelle lingue di studio (barone corda bastone castello giostra ed altre)
  • livello 4: poesia. La canzone può essere trattata come una poesia da imparare a memoria
  • livello 5: studio dello spartito. Lo spartito musicale può essere oggetto di un’attività didattica nel corso di musica

Tutte le applicazioni possono comportare la condizione di esercizio da fare a casa, in modo da creare possibilmente un coinvolgimento dei genitori.

Concorso per la realizzazione del soggetto per il Manifesto della Festa dei bambini dell’Edizione 2010 dello Storico Carnevale di Ivrea.

Il concorso, organizzato in collaborazione con l’Associazione J’Amis ad Piassa dla Granaja che cura la festa del Giovedì in piazza Ottinetti, era mirato allo studio dell’immagine del manifesto che ha annunciato la festa. L’impostazione doveva puntare sul forte valore simbolico rappresentato dal berretto frigio unito alla figura del bambino, futuro adulto/ragazzo eporediese, per sottolineare la volontà di innestare dal basso la ripartenza dello Storico Carnevale di Ivrea.
Il manifesto doveva quindi avere le seguenti caratteristiche:

  • deve contenere i due soggetti: berretto frigio e bambino
  • deve contenere il testo: “Festa dei bambini”
  • deve essere realizzato sul supporto cartaceo fornito
  • può essere utilizzata qualsiasi tecnica (matita, pennarello, tempera, collage, tecniche miste ecc.)

Il concorso è rivolto a tutte le classi delle Scuole Materne e delle Scuole Elementari di Ivrea.
Alle 81 classi è stato consegnato un foglio da utilizzare per l’elaborato. Ogni concorrente – inteso quindi come intera classe – poteva presentare una sola proposta grafica frutto del lavoro di gruppo.
Hanno aderito al concorso 53 classi producendo disegni corrispondenti alle caratteristiche richieste dal bando, ma soprattutto tutti meritevoli di vincere il primo premio. E’ stato selezionato l’elaborato che meglio poteva corrispondere ai criteri per la trasformazione dello stesso in un manifesto.

05254Il vincitore è la classe IIA della Scuola Primaria Massimo D’Azeglio, che ha ricevuto a titolo di premio una lavagna interattiva. A tutti gli altri è stato consegnato un libro sul Carnevale che andrà ad arricchire la biblioteca di classe.
Tutti gli elaborati sono stati esposti in una mostra dal Giovedì Grasso al Martedì di Carnevale presso la Sala Santa Marta.

“Il berretto frigio” ovvero partecipazione consapevole al Carnevale
Per quanto possibile la Fondazione propone che le consuete attività intraprese dalla scuole in occasione FotoMarino_berretto_frigiodel Carnevale, a partire dall’accoglienza dei Personaggi il Giovedì mattina – nelle scuole in cui è prevista la visita –  fino all’elaborazione di costumi maschere ecc. fosse orientata alla riscoperta/enfatizzazione degli elementi distintivi del Carnevale di Ivrea. In altre parole si chiede, nei limiti del possibile e senza dimenticare che si tratta di momenti ludici a tutti gli effetti, di informare le scelte delle attività da svolgere ad un principio “divulgativo” degli aspetti autentici del Carnevale, nell’ottica di generare un clima diffuso di “partecipazione consapevole” alla Festa che veda coinvolti – nella giusta misura – anche protagonisti i più piccoli.

 

L’attività proposta si è articolata sulle seguenti iniziative: Visita del Generale con il suo Stato Maggiore, gli Alfieri ed i Pifferi e Tamburi alla scuole elementari
Giovedì Grasso, a partire dalle ore 9, il Generale, accompagnato da una delegazione dello Stato Maggiore, degli Alfieri e dei Pifferi e Tamburi si è recato a far visita ad alcune Suole Elementari, in particolare: Olivetti, Costantino Nigra, Istituto Cardinal Cagliero, Massimo d’Azeglio e Fiorana.
I bambini hanno accolto i loro visitatori con enorme entusiasmo e commozione cantando la Canzone del Carnevale.

La guida ufficiale
La Guida ufficiale (consulta la guida 5.548 KB) – pubblicazione realizzata in occasione dell’edizione 2010, che offre accanto al programma delle giornate una serie di approfondimenti su tutti i più importanti momenti che danno vita al Carnevale, con descrizioni e piccole curiosità storiche e di costume sul personaggio o l’elemento di punta delle singole giornate – è stata distribuita a tutti a tutti gli allievi delle scuole elementari, medie e superiori della Città.