Bambini al Centro 2014

La Fondazione
Progetti

Bambini al Centro 2014

Uno degli obiettivi prioritari della Fondazione dello Storico Carnevale di Ivrea è la riscoperta dell’identità collettiva rappresentata dal Carnevale ed il suo valore in termini di educazione civica. In questa direzione una delle azioni prioritarie è rivolta ai bambini e ai ragazzi con il Progetto Bambini al Centro, un’iniziativa avviata nel 2009 che prosegue negli anni con l’organizzazione o il patrocinio di varie iniziative. Il progetto ha il patrocinio della Città di Ivrea ed è organizzato in collaborazione con l’Assessorato ai Sistemi Educativi.

Laboratori didattici per gli alunni delle scuole dell’Infanzia, Scuole Primarie e Secondarie di Primo Grado di Ivrea – Sala Santa Marta
“Quaderno a colori di… Un lungo viaggio.” – Laboratorio a cura di Chiara Gobbo, illustratrice del libro “Un lungo viaggio.”
Per bambini dai 5 ai 10 anni. A partire della lettura del testo in oggetto, ogni bambino verrà invitato ad immaginare di essere il destinatario della lettera di Francesco e dovrà, quindi, a propria volta, confezionare una lettera di risposta. L’obiettivo del laboratorio è quello di fare in modo che i bambini, descrivendo il proprio Carnevale con l’uso della parola e delle illustrazioni, arrivino ad articolare una corretta coesione di testo e immagini, come se fossero loro a dover progettare e realizzare un libro illustrato sull’argomento.
Al termine del laboratorio è previsto un momento di condivisione e di confronto tra i piccoli partecipanti: ogni bambino (o anche solo chi vorrà!) potrà mostrare ai compagni il proprio lavoro, quindi il proprio punto di vista su un’esperienza comune a tutti loro, com’è, appunto, il Carnevale.
“Realizza la tua maschera” – Laboratorio a cura di Chiara Gobbo, illustratrice del libro “Un lungo viaggio.”
Per bambini dai 5 agli 8 anni. A partire della lettura del testo e della “Canzone del Carnevale”, verrà proposto ai bambini un dibattito sui personaggi principali del Carnevale e sui loro rispettivi ruoli: a partire da queste considerazioni, verrà proposto ai partecipanti di pensare e realizzare la maschera che potranno indossare per dare vita al “loro” Carnevale (dimostrazione pratica da parte dell’illustratrice).
“Un Carnevale che unisce… Amici di penna da Ivrea alla Calabria!” – Laboratorio di scrittura a cura di Vincenzo Lerro (Lineadaria Editore) con la partecipazione di una Mugnaia Per ragazzi dagli 11 ai 14 anni.
A partire dagli argomenti trattati nel libro “Un lungo viaggio” e dalla frase “Ami il Carnevale di Ivrea? Prova a far sì che un/una tuo/a coetaneo/a, che non lo ha mai vissuto perché vive dall’altra parte dell’Italia, se ne innamori a propria volta e decida di mettersi in viaggio per conoscere, di persona, l’amico/a di penna e partecipare insieme al Carnevale di quest’anno!”, verrà chiesto ai ragazzi di redigere una lettera ad un ipotetico amico di penna.
L’obiettivo del laboratorio è quello di fare in modo che i ragazzi, utilizzando la tecnica della scrittura per emozioni, possano descrivere la parte più istintiva (e quindi irrazionale) del “loro” Carnevale. L’attesa, la condivisione all’interno del nucleo familiare, i giorni della festa, la battaglia delle arance.
Hanno partecipato ai laboratori 305 bambini delle scuole primarie e 99 ragazzi delle scuole secondarie di primo grado per un totale di 404 ragazzi.

Libro per bambini “Un lungo viaggio.”
E’ stata consegnata una copia del libro a tutte le classi delle scuole dell’Infanzia e Primarie per la Biblioteca di classe.

Concorso per la realizzazione dell’immagine per il Manifesto della Festa dei bambini del Giovedì Grasso dell’Edizione 2014 dello Storico Carnevale di Ivrea – scuole dell’Infanzia e Scuole Primarie di Ivrea
manifesto_bambiniLa quinta edizione del Concorso per la realizzazione del manifesto della Festa dei Bambini è stata vinta dalla classe IIA della Scuola Primaria Fiorana di Ivrea. Il concorso, rivolto alle scuole dell’Infanzia e Primarie di Ivrea, viene organizzato dalla Fondazione dello Storico Carnevale di Ivrea e dall’Associazione J’Amis ad Piassa dla Granaja, con il patrocinio della Città di Ivrea – Assessorato ai Sistemi Educativi. Sono state inoltre fatte due menzioni: la sezione A della scuola dell’infanzia San Michele  e la classe IVB della scuola primaria C. Nigra.
Sono pervenuti in tutto 19 elaborati, tutti corrispondenti alle caratteristiche richieste dal bando. Il lavoro della giuria (composta dal responsabile della Comunicazione della Fondazione dello Storico Carnevale di Ivrea, Barbara Bellardi, da un rappresentante degli Amis ad Piassa dla Granaja, Pier Luigi Marta, e dalla dottoressa Elsa Rei Rosa) non è stato per nulla semplice, tutti i disegni hanno centrato gli obiettivi e tutti erano meritevoli di grande considerazione. I bambini hanno focalizzato l’attenzione sui Pifferi e Tamburi. La musica in senso lato riveste una grande importanza all’interno della manifestazione tant’è che proprio attraverso una canzone viene raccontata la leggenda del Carnevale. Nel caso dei Pifferi e Tamburi la musica diventa al tempo stesso storia e divertimento, è il loro ritmo quello che segna il passo del Corteo Storico, ne delinea il percorso tradizionale e richiama alla partecipazione. La tradizione musicale del piffero e tamburo in Ivrea risale al XVI secolo, e il repertorio musicale cui fa riferimento è composto da sonate ispirate alle marce dell’esercito piemontese, da monferrine, da marce tipiche del periodo napoleonico e da musiche di origine risorgimentale.
Giovedì Grasso alle 15.30 sul palco di piazza Ottinetti è stata premiata la classe vincitrice con la consegna di un buono di € 1.000,00 per l’acquisto di materiale didattico.
Tutti gli elaborati sono stati esposti nella mostra mostra “Pifferi e Tamburi un racconto senza fine. Passi e suoni del nostro Carnevale.” allestita in Sala Santa Marta dal 15 febbraio al 4 marzo.

Album “Una volta anticamente…”
Agli alunni delle classi seconde delle Scuole Primarie dell’Istituto  Comprensivo Statale Ivrea I e Ivrea II è stato omaggiato l’album “Una volta anticamente…”. Uno “strumento didattico” finalizzato all’apprendimento della Canzone del Carnevale. Oltre a riportare il testo della Canzone, si compone di tavole che costituiscono una sorta  di “sceneggiatura” della Canzone del Carnevale, sottolineano in un linguaggio espressivo volutamente sospeso tra la storia a fumetti e la fiaba, i passaggi salienti della vicenda alla quale si fa risalire uno degli elementi centrali del Carnevale: la cacciata dalla Città dal Tiranno e la conseguente festa per la libertà ritrovata. Il volume si presta a diversi utilizzi pensati per vari livelli didattici/di apprendimento: dal colorare le tavole in bianco e nero al completare il testo della canzone inserendo le frasi che mancano , dal dettato allo studio dello spartito.
Lo scopo finale è quello che i bambini siano in grado di cantare la Canzone a Carnevale, magari in occasione della visita del Generale alle scuole, nella mattinata del Giovedì Grasso.

Mostra dei manifesti della Festa dei Bambini e “Pifferi e Tamburi un racconto senza fine. Passi e suoni del nostro Carnevale” dal 15 febbraio al 4 marzo in Sala Santa Marta
Salato 15 febbraio alle ore 18 inaugurazione Festa dei Bambini e della mostra dedicata al Gruppo Pifferi e Tamburi e alla loro musica. La mostra resterà aperta al pubblico domenica 16 febbraio ore 10-19; dal 17 al 21 febbraio ore 17-19; sabato 22 febbraio dalle 15 alle 19; domenica 23 febbraio ore 10-19; giovedì 27 febbraio ore 14-18, da sabato 1 a martedì 4 marzo ore 9-13 e 14-18. Ingresso libero.

Presentazione degli Abbà
Sabato 15 febbraio alle ore 16.30 al Teatro Giacosa il Carnevale dà il benvenuto agli Abbà prima della cerimonia ufficiale dell’Alzata. Un momento in cui ripercorrere il filo storico che intesse la Manifestazione, dal Medioevo all’Ottocento, attraverso la celebrazione dei piccoli Priori che ne continuano la storia, sotto l’egida dei Credendari e dello Stato Maggiore. Ingresso libero.

Festa dei bambini del Giovedì Grasso
Giovedì 27 febbraio dalle ore 15 in piazza Ottinetti giochi ed animazione per la tradizionale Festa dei bambini organizzata da J’Amis ad Piassa d’la Granaja.

Un Carnevale da leggere
Sabato 01 marzo alle ore 10.30 presso la Biblioteca Civica di Ivrea lettura del secondo libro per bambini sul Carnevale di Ivrea, “Un lungo viaggio” con gli autori, l’illustratrice e l’editore. Una gentile Mugnaia condividerà questo bellissimo racconto insieme a tutti i bimbi.

Festa in maschera per i bambini a Diavolandia
Sabato 1 marzo dalle ore 14 alle 17 in piazza Freguglia intrattenimento con animatori, giochi di gruppo, merende e bevande, musica organizzato dalle squadre Picche, Morte, Tuchini, Scacchi, Pantere, Diavoli e Credendari  ed Arduini

Punto Bimbo
Nei giorni di Carnevale presso il Bar Movida, Bar Piemonte, Bar Roma, Monastero e la postazione della Croce Rossa nei giardini corso Cavour sono allestite aree dedicate ai più piccini: un fasciatoio rifornito di tutto necessario per il cambio del pannolino, offerto da “Bimbotta il tuo spaccio di Pannolini”, ed una poltrona per l’allattamento attendono bimbi e mamme.

Aree di tiro per i bambini
Da domenica 2 a martedì 4 marzo i bambini fino a 13 anni potranno partecipare alla battaglia delle arance in apposite aree di tiro istituite dalle squadre degli aranceri:

  • Borghetto (organizzata da Tuchini) all’uscita del Borghetto verso piazza Lamarmora
  • Freguglia (organizzata da Credendari, Diavoli, Mercenari e Pantere) tra piazza Freguglia e Rondolino
  • Centro Storico (organizzata da Picche, Morte e Scacchi) in via Palestro di fronte a piazza Santa Marta.